La passione e l'odio

La passione e l'odio

Due donne si raccontano attraverso un´esperienza comune, in due veri e propri romanzi, che costituiscono la struttura del libro, Il romanzo di Eleanor e Il romanzo di Isabel... Si tratta di due donne non comuni... appartenenti a due illustri famiglie tedesche. Isabel, resa prigioniera in una torre del suo stesso palazzo a Castellammare col pretesto di una dote mai riscossa, racconta dalla sede della sua prigionia. Siamo nell´Ottocento, scorre la storia che è anche quella delle lotte per i diritti civili e l´abolizione della schiavitù, insieme a quella delle due figure femminili, che constatano di persona come la condizione della donna in fondo, rispetto al marito che ne è a tutti gli effetti il padrone, non è mai cambiata. Anzi, secondo Eleanor, i rapporti umani continuano a essere regolati dalla sottomissione del più debole e dalla supremazia del più forte. La risposta della donna all´uomo che pretende di averla in pugno e di negarle ogni più elementare libertà, fino al caso estremo di Isabel, non può che essere di odio.

Ma anche su questo sentimento si riflette a lungo. Fino a che punto l´odio si sostituisce alla antica passione? O non è amore anch´esso, l´unico sotterfugio per un sentimento offeso e sfortunato? Dalla Virginia, Mount Vernon e Washington, a Napoli borbonica e post-borbonica, paesaggi e atmosfere si delineano dalle parole delle due scrittrici che si raccontano in due veri e propri romanzi.